«

»

Mag 02

Stampa Articolo

DA OGGI IL COMUNE DI GARDA RILASCIA LA CIE

 

Si avvisano i cittadini che il Comune di Garda è stato abilitato all’emissione della carta d’identità elettronica (C.I.E.), che sostituirà definitivamente il formato cartaceo.

 

ATTENZIONE: dal giorno di effettiva abilitazione di emissione della nuova carta di identità elettronica, come previsto dalle disposizioni ministeriali, non sarà più possibile emettere documenti cartacei, salvo per casi eccezionali debitamente documentati (certificazioni sanitarie, titoli di viaggio, partecipazione a consultazioni elettorali, concorsi o gare d’appalto. A titolo esemplificativo i documenti da presentare potrebbero essere: certificati medici di impossibilità a recarsi presso il comune, prenotazioni viaggi all’estero, consultazioni elettorali, partecipazione a concordi e gare d’appalto).

Le carte d’identità in formato cartaceo rilasciate fino alle emissione della CIE mantengono la propria validità fino alla scadenza.

 

DESCRIZIONE
La nuova carta d’identità elettronica è un documento di riconoscimento che consente di identificare il titolare tanto sul territorio nazionale, quanto all’estero.
E’ una tessera in policarbonato delle dimensioni di una smart card, nella quale sono archiviati e stampati i dati personali del cittadino, compresa l’impronta di un dito di ciascuna mano. Le informazioni sono anche memorizzate su un microchip integrato all’interno della carta di identità elettronica, per permettere il controllo dell’identità del cittadino e per garantire l’inalterabilità dei dati riportati sul documento, rendendone pertanto più difficile la falsificazione.

 

PROGETTO “UNA SCELTA IN COMUNE” – PER LA DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI
Al momento della richiesta il cittadino maggiorenne può fornire, se lo desidera, il consenso o il diniego alla donazione degli organi e tessuti in caso di morte.

 

CHI PUÒ RICHIEDERE LA CIE
La CIE viene rilasciata ai cittadini residenti nel Comune di Garda, i cui dati risultino allineati con l’Indice Nazionale delle Anagrafi, esclusivamente nei seguenti casi:
– prima richiesta di carta d’identità;
– documento di identità precedente scaduto (o nei 180 giorni precedenti la scadenza);
– documento di identità precedente rubato, smarrito o deteriorato;

Il cambio di residenza o dell’indirizzo non comportano la sostituzione e/o l’aggiornamento del documento che continuerà ad essere valido fino alla naturale scadenza (circolare Ministero Interno n. 24 del 31.12.1992).

Il rilascio della CIE ai cittadini italiani residenti all’estero e iscritti all’anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE) avviene esclusivamente presso il Consolato di riferimento.
Possono comunque ottenere la carta di identità cartacea.

La validità della carta cambia a seconda dell’età del titolare e si estende, rispetto alla scadenza sotto indicate, fino al giorno e mese di nascita del titolare:
• minori di 3 anni – tre anni;
• dai 3 ai 18 anni – cinque anni;
• maggiori di 18 anni – dieci anni.

 

COME RICHIEDERE LA CIE
Per il rilascio della CIE il cittadino deve presentare:
1. la precedente carta d’identità o, in mancanza, un valido documento di riconoscimento;
2. la denuncia presentata all’autorità di Pubblica sicurezza (Questura o Carabinieri) nel caso di furto o smarrimento della precedente carta di identità; la denuncia è necessaria anche in caso di deterioramento del documento, quando non sia possibile restituire il documento deteriorato.
3. la tessera sanitaria o codice fiscale;
4. una fototessera recente (non più vecchia di 6 mesi), in formato cartaceo dello stesso tipo di quelle usate per il passaporto (preferibilmente senza occhiali; lo sfondo della foto deve essere bianco…). Le indicazioni su come effettuare correttamente le foto sono disponibili al seguente link:  www.cartaidentita.interno.gov.it/modalita-acquisizione-foto/

5. per i cittadini appartenenti all’Unione Europea: documento di viaggio in corso di validità (passaporto, carta di identità) rilasciato dallo stato di appartenenza;
6. per i cittadini stranieri (paesi non appartenenti all’Unione Europea): permesso di soggiorno e passaporto, entrambi in corso di validità.

Il cittadino verificherà con l’operatore comunale i dati anagrafici, indicherà le modalità di ricevimento del documento (consegna presso un indirizzo indicato o ritiro in Comune), procederà con l’operatore comunale all’acquisizione delle impronte digitali, fornirà se lo desidera il consenso ovvero il diniego alla donazione degli organi e firmerà il modulo di riepilogo.

I minorenni possono ottenere la carta di identità fin dalla nascita. Al momento del rilascio è sempre necessaria la presenza del minore che, a partire dai 12 anni, firma il documento e deposita le impronte digitali.
Sono necessari inoltre:
• un documento di riconoscimento del minore (se in possesso);
• in caso di documento valido per l’estero: l’assenso all’espatrio reso da entrambi i genitori o dall’unico esercente la potestà o dal tutore (munito di atto di nomina); se uno dei due genitori non può essere presente allo sportello, è sufficiente che sottoscriva l’assenso e lo trasmetta unitamente alla fotocopia di un valido documento di identità.
Non possono ottenere la carta di identità valida per l’espatrio:
• i minori per i quali non esiste l’assenso dei genitori o del tutore,
• i cittadini con situazioni di impedimento all’espatrio,
• i cittadini stranieri.

 

DOVE RICHIEDERE LA CIE
La CIE viene richiesta presentandosi presso l’Ufficio Anagrafe – Lungolago Regina Adelaide, n. 15 – GARDA, nei seguenti orari d’ufficio:
• lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì e sabato dalle ore 09:00 alle ore 12.30;
• martedì pomeriggio dalle 15:30 alle 17:30.
I cittadini residenti nel Comune, impossibilitati a recarsi allo sportello per malattia grave o altri documentati motivi potranno richiedere la C.I.E. come segue:
Una persona incaricata dal richiedente, ad esempio un familiare, dovrà:

  • portare allo sportello la documentazione attestante l’impossibilità dell’interessato a presentarsi personalmente allo sportello, oltre alla carta d’identità in scadenza/scaduta, una fototessera recente ed effettuare il pagamento. In caso di impossibilità per malattia, dovrà essere presentato un certificato medico che attesti che trattasi di persona non deambulante;
    • fornirà inoltre le informazioni necessarie alla consegna della CIE (indirizzo di invio);
    • concorda un appuntamento, affinché un incaricato si rechi a domicilio o presso la struttura, per effettuare il riconoscimento, raccogliere la firma autografa del richiedente (in caso di impossibilità alla firma certificato medico che attesti che non è in grado di firmare).
    L’operatore incaricato, concluse le operazioni descritte, completa la procedura di rilascio ed inoltra i dati per l’emissione della CIE. La CIE è spedita al domicilio del richiedente, a cura dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

 

COSTI E TEMPI DEL RILASCIO
Il costo della CIE è di € 22,00 da versarsi direttamente all’ufficio anagrafe all’atto della richiesta del documento.
L’Ufficio Anagrafe, con l’entrata in vigore della C.I.E., sarà solo punto di ricezione della richiesta e non provvederà più alla stampa del documento; sarà cura dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, tramite il Ministero dell’Interno, spedire la C.I.E. all’indirizzo indicato dal cittadino, entro 6 gg. lavorativi dalla richiesta.
Non potrà essere addebitata alcuna responsabilità all’Amministrazione comunale, qualora i tempi di rilascio non siano compatibili con i motivi rappresentati dal cittadino.

Si raccomanda pertanto ai cittadini di verificare per tempo la scadenza della propria carta, evidenziando che, il rinnovo è possibile nei 6 mesi antecedenti (180 giorni) al suo termine di scadenza.
Al termine delle operazioni di inserimento e verifica dei dati lo sportello anagrafe rilascia al cittadino la ricevuta della richiesta della CIE, che però non è utilizzabile come documento di identificazione o riconoscimento, contenente anche la prima parte del codice per il rilascio dello SPID (Sistema Pubblico di identità digitale), attraverso il quale il cittadino potrà accedere a tutti i servizi della PA con un unico codice di accesso. La seconda parte del codice sarà contenuta all’interno della busta della CIE. Il cittadino poi, per ottenere lo SPID dovrà registrarsi all’indirizzo:  www.spid.gov.it

 

ULTERIORI INFORMAZIONI

In caso di smarrimento o furto della carta d’identità C.I.E., si dovrà contattare il servizio di supporto del Ministero dell’Interno per richiedere l’interdizione del documento.
Per richiedere il blocco della propria C.I.E., contattare il numero verde 800.263388. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 08:00 alle ore 18:00 e il sabato dalle ore 08:00 alle ore 14:00 ed è valido solo per la nuova C.I.E..-

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.comune.garda.vr.it/garda/?p=6588

Realizzato con WordPress e Tema Graphene.